TIMEPORT L’OCCHIO DEL TEMPO

Caro diario, 

Oggi ti racconto il libro che ho letto durante il mese di luglio.                                                         

TITOLO: Timeport l’occhio del tempo 

AUTORE: Giulia Gubellini

CASA EDITRICE: Adriano Salani Editore s.u.r.l / Magazzini Salani 

LUOGO: Milano  ANNO: 2019   

GENERE: romanzo 

 

TRAMA

Questo libro parla di due ragazzi Camilla e Thomas che entrano di nascosto nella stazione internazionale dei viaggi nel tempo, la “Timeport”. I due ragazzi vengono aiutati ad aprire il portale per fare un viaggio di dimensione dal fratello maggiore di Camilla, Jacopo che lavora lì. Arrivati nell’epoca dei pirati   Thomas vide Camilla nella barca nemica e così  si misero a combattere come fossero in un videogame. Erano vestiti come dei veri pirati muniti anche di una spada; sotto la fascia di Camilla si intravedevano i capelli rosa. All’improvviso qualcosa li riportò nela loro dimensione ma non era Jacopo erano gli agenti della Timeport che dopo averli scoperti, li avevano riportati a viaggiare nel tempo senza permesso. Camilla era furiosa perchè suo fratello li aveva abbandonati con gli agenti. 

Dopo due mesi  gli agenti decisero che i due ragazzi, dovevano andare in un collegio degli anni trenta infatti nella  sala dei travestimenti della stazione Timeport, a Thomas e Camilla vennero sistemate le divise per il collegio, e nella sala d’attesa la madre di Camilla e Jacopo aspettava Camilla e il nonno di Thomas che nel frattempo si era addormentato. Una volta pronti vennero portati nella sala delle partenze dove arrivarono anche la madre, il fratello di Camilla e il nonno di Thomas. Camilla e la madre non avevano bei rapporti e quelle poche volte che si parlavano era solo per discutere. Prima di entrare Camilla e Thomas incontrarono anche altri ragazzi che dovevano andare al collegio: Aghata, Leon, Sophia e Matthias. Stavano per attraversare il portale quando un’esplosione dietro di loro ruppe i vetri del palazzo, Thomas capì che era un’attentato alla stazione e disse loro di correre via riuscendo a prendere per mano tutti per non separarsi tranne Aghata.  Thomas si ritrovò a volare in aria e poco dopo attraversando bruscamente degli alberi atterò in un trampolino di foglie, rovinando la divisa. Ad un certo punto Thomas sentì un rumore e pam! si ritrovó a faccia per terra qualcosa lo prese e li disse di correre, Camilla. Erano rincorsi da uno Achillobator giganticus, un grosso dinosauro, che poco dopo venne ucciso da un gruppo di cacciatori , i quali chiesero loro da dove venivano con quei vestiti così strani, alla fine Isydel, uno dei cacciatori,  decise di portarli con loro al villaggio anche se Donoval era contrario. Li fecero dormire e la mattina seguente Camilla e Sophia raccolsero, con un nastro, il grano con l’aiuto di Thomas, Leon e Matthias. Durante la cena Leon si mise un coltello in tasca per poi affrontare Donoval ma finì malamente. Un anno e mezzo dopo Camilla e Thomas diventarono dei cacciatori di un’altra specie di dinosauri, i “mataraptor”. Matthias gestiva il cibo, ogni mattina, Sophia riceveva dei fiori da Aylo  l’allevatore di dinosauri. Isydel seguiva le lezione per diventare la futura erejna (regina); Thomas e Camilla andarono con i loro dinosauri Lol e Packy a caccia trovando un Achillobator, Camilla con la spada e Thomas con l’arco, dopo molti tentativi, riuscirono ad ucciderlo e a portarlo nel villaggio. La sera avevano messo i loro abiti in un baule, prima i due maschi; Thomas si mise la divisa del collegio per vedere se li stava ancora bene e lo stesso fece anche Matthias . Subito dopo  anche Sophia e infine Camilla che quando mise la mano in tasca trovò il WID e si ricordò di quando Jacopo la abbraciò  infilando proprio in questa occasione  il WID nella tasca. Arrivò un messaggio sullo schermo e poi altri dieci, venti, quaranta, sesanta… l’ultimo era della sera prima e allora lei li rispose. 

Intanto Jacopo stava a computer  a pensare come riportare Camilla a casa assieme a Dana la sua migliore amica, vide lo schermo illuminarsi era Camilla. Dopo qualche giorno Jacopo capì come riportare tutti a casa e disse a Camilla dove dovevano recarsi.

Camilla ascoltò quello che aveva detto il fratello e decise di andare dalla erejna  per chiedere se poteva andarsene nel villaggio di Cyel e così fece, gli altri che non sapevano se andare con lei o restare lì,  decisero di andare con lei. Camilla doveva andare a prendere Lol e Packy mentre Thomas e Matthias le provviste intrufolandosi nei magazzini per fare scorta, ma Donoval entrò nei magazzini al momento sbagliato pensando che Thomas e Matthias erano lì per rubare del cibo; Thomas allora lanciò la polvere esplosiva ed esplose tutto purtroppo però Matthias morì nell’esplosione, Thomas prese tutto e andò da Camilla rivelandole la tragedia.

Poco dopo partirono per il villaggio e nello zaino di Aylo c’era un piccolo achillobator che Thomas e Camilla avevano preso e addomesticato. Dai cespugli arrivò Isydel che li aiutò a trovare il villaggio. Dopo giorni arrivarono al villaggio, vennero messi in prigione ma riuscirono anche ad evadere, rompendo anche lo schermo del WID  a metà. Videro una voliera con dei dinosauri giganti che volavano e decisero di prenderne due per arrivare al portale che Jacopo aveva aperto in mezzo al cielo. Gli abitanti di Cyel li scoprirono e iniziarono a lanciare loro delle lancie, una lancia colpì il dinosauro dove c’erano Aylo e Sophia, purtroppo Camilla, Thomas e Isydel riuscirono a prendere Aylo ma Sophia no. 

Jacopo era stato là tutta la notte alla stazione temporale la Timeport per aspettare che Camilla arrivasse ma niente dovavano prendere le loro cose e andarsene perchè stavano per iniziare a demolire la stazione. Presero tutto anche le colonne per aprire altri portali e uscirono immediatamente. 

Camilla, Thomas, Aylo e Isydel si ritrovarono a viaggiare in un altra dimensione.

Ovunque andranno saranno sempre insieme. smiley

Questo libro  mi è piaciuto molto, per il modo avventuroso e fantastico in cui vengono raccontate  le vicende e  non vedo l’ora di raccontarti come andrà a finire. nel prossimo libro che leggerò.

Saluti 

                                                            PANDINA heart

PANDINA

Autore: PANDINA

Sono un cucciolo di panda femmina, frequento la classe prima dei cuccioli del professore.

3 pensieri riguardo “TIMEPORT L’OCCHIO DEL TEMPO”

Lascia un commento